Agricola Bellaria: dopo Europa, America e Asia giunge al PWF 2016

premi

Se le verticali di Fiano Trentenare, Francesco Iacono Riserva e Furore bianco Fiorduva non sono abbastanza, eccovi un’altra novità in casa Paestum Wine Festival. Alla sesta edizione del salone nazionale del vino, prenderà parte anche Agricola Bellaria, con la sua ricca offerta di prodotti. Anche Bellaria, infatti, presenterà alcuni dei suoi vini per farli degustare ai partecipanti del salone nazionale del vino.

Agricola Bellaria

L’azienda Agricola Bellaria sorge fra il parco del Paternio e la Valle Caudina. È proprio la sua straordinaria collocazione geografica, che conferisce a questa azienda un forte legame col territorio e le sue tradizioni. Per questo, l’azienda utilizza solo vitigni autoctoni, a come il Greco di Tufo, la Falanghina, la Coda di volpe e l’Aglianico. A questi, poi, unisce tecniche di produzione tipiche delle terre irpine.

Il legame con la terra, tuttavia, non ha impedito a Agricola Bellaria di aprirsi all’internazionalizzazione. Già da anni, infatti, l’azienda esporta la genuinità dei propri prodotti in tutto il mondo. Dall’Europa, dov’è presente in ben sette Stati. Ma anche in tutto il continente americano. Nell’ottica di un’esportazione mondiale, poi, l’azienda si è anche aperta al mercato asiatico. Attualmente, infatti, Agricola Bellaria commercializza i propri prodotti anche a Pechino.

Tags: